Centro "Ferruccio Castellano” di Torino

Centro Studi e documentazione su “Fede, religione e omosessualità”

Il 23 ottobre 2009 a Torino si dialoga su “fede e omosessualità”

Venerdì 23 ottobre 2009 alle ore 21 nei locali del “Gruppo Abele” in C.so Trapani  91b a Torino il Centro Studi e documentazione “F. Castellano” presenterà il libro Fede e Omosessualità. Assistenza pastorale e accompagnamento spirituale, ed. Effeta, Torino, 2009) che l’Ufficio per la Pastorale della Famiglia dell’arcidiocesi di Torino ha realizzato per i sacerdoti e gli operatori pastorali.
Interverrà l’autore d. Valter DANNA, direttore dell’ufficio per la Pastorale della Famiglia dell’Arcidiocesi di Torino e Preside della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, sez. di Torino.
Il testo “Fede e Omosessualità” nasce dal dialogo instaurato nel 2005 tra il Gruppo di Lavoro su Fede e Omosessualità del Torino Pride 2006 e due sacerdoti, don Valter Danna e don Ermis Segatti incaricati dal Cardinale Severino Poletto di colloquiare con i rappresentanti dei gruppi di credenti di orientamento omosessuale, e si presenta come una sorta di “vademecum” per gli operatori nel campo della pastorale.

“Questo nuovo documento della Diocesi contiene concrete indicazioni per promuovere da parte di preti ed educatori un clima di accoglienza e di educazione delle comunità cristiane al rispetto delle differenze, ed è molto interessante, che il tema dell’omosessualità venga qui affrontato dalla Chiesa cattolica in modo analitico e attento, senza semplificazioni e posizioni pregiudiziali.
Soprattutto è importante l’analisi, piuttosto nuova in ambito cattolico, dell’omosessualità come dato affettivo e non solo sessuale e il riconoscimento del fatto che “si hanno casi di relazioni omosessuali stabili nelle quali l’amore, la cura e la profonda dedizione dell’uno per l’altro arrivano fino all’ultimo istante di vita” (p.11)”.

Perché, come ci ricorda Don Ciotti, “far convivere omosessualità e fede causa spesso grandi sofferenze, si temono giudizi, si fatica a parlarne. C’è bisogno di dialogare tra le Chiese e di impegnarsi per dare forza, speranza e dignità alle persone”.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 marzo 2013 da in Eventi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: